Presidente Nazionale - Futura 2004

Vai ai contenuti

Menu principale:

Presidente Nazionale

Responsabile Nazionale di settore
Michele Laganà



Michele Laganà nasce a Bologna il 26 gennaio 1955,
è diplomato geometra, padre di tre figli: Massimiliano, Rosita Silvia e Alessandro Mario.
Nel 1975 fonda lo Studio Laganà, nel 1998 entra a far parte dello studio il figlio Massimiliano e nel 1999 la figlia Rosita Silvia che nel 2001 ne assume la direzione; lo studio oggi ha cinque sedi e 170 collaboratori. Nel 1979 entra anche come socio nell'azienda di famiglia, che opera nel settore della produzione dolciaria e nel 1999 ne entra a far parte anche il figlio Massimiliano. L'azienda, che porta il nome di famiglia, fondata dal nonno assieme al figlio Luigi, è già alla quarta generazione ed è notissima nel settore. Presente a Bologna dal 1955, ha anche ottenuto nel 1985 il Guinness dei primati (con la torta più grande del mondo in occasione del compleanno di Francesco Guccini).
Iscritto all'ordine dei giornalisti, Michele Laganà scrive e produce diverse pubblicazioni e un libro. Vice presidente del Consorzio Portoverde (organismo che gestisce le spese di manutenzione e i giardini dei 1450 appartamenti di Portoverde assieme al Comune di Misano Adriatico) per due mandati e non si ripresenta per il terzo. Dal 1990 al 1996 è consigliere nel Consiglio dei Consulenti del Centergross di Bologna (il più grande Centro Commerciale Italiano); non si e' ripresentato al rinnovo delle cariche per potersi dedicare alla sua passione: lo sport. Ad oggi, oltre alle proprie, è consulente di alcune importanti aziende italiane .Il suo impegno nello sport: nel 1968, in aprile, vince in Cecoslovacchia a soli 13 anni con la nazionale di minibasket, il torneo Europeo, svoltosi a Brandis con il CAP (centro addestramento pallacanestro di Bologna allenati dal Sig. Rappini).
Il 15 agosto 1973 fonda a Bologna con un gruppo di amici il Circolo Velico Bolognese.
Dal 1980 al 1990 a Bologna presso lo Junior Tennis organizza uno dei più grossi tornei di tennis per N.C. doppio giallo misto, che vede iscritte ben 140 coppie. Torneo che vede la collaborazione durante gli anni di amici come Roberto Lombardi, Evelin Papale, Marco Consolini, Gabriele Tellarini, Paolo Lubiani, Gianluca Rinaldini, Omar Urbinati, Mario Piuk, Paolo Canè, Padovani padre e figlio, Giorgio Devetag e i dirigenti della FIT come Mauro Tangerini, Adriano Morellato, Sandro Forni e del presidente Natalino Gregori, in memoria del nonno fondatore dell'azienda di famiglia. Dalla morte dell'amico Natalino (padrino della figlia Rosita Silvia) abbandona il tennis per dedicarsi ad uno sport che pratica già da tempo, la vela, e si trasferisce a Misano Adriatico.
Grazie al suo amore per lo sport diventa presidente del comitato organizzatore della regata velica Adria's Cup nel 1992, rilanciandola dopo 2 anni di sosta e dandogli uno scopo benefico. Infatti l'Adria's Cup dal 1993 (regata velica Internazionale) si presenta come unica manifestazione velica nel mondo i cui incassi sono gestiti ogni anno dall'Associazione benefica a cui, di volta in volta, si fa riferimento (1993 A.G.E.O.P.-RICERCA, 1994 A.I.S.M., 1995 C.R.I., 1996 A.N.T., 1997 I.O.R., 1998 RIMINI A.I.L., 1999 A.R.I.S.T.O.M. e dal 2000 in poi alla Chiesa Cattolica tramite le Parrocchie devolvendo il 60% ad un ospedale e il 40% agli anziani del luogo nel 2010 viene devoluto a FIABA (Fondo Abbattimento Barriere Architettoniche; manifestazione che dal 1995 è stata riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna (tutta la raccolta dei fondi viene gestita direttamente dalle associazioni stesse e a fine manifestazione  viene comunicato il ricavato; in questi anni la sua iniziativa ha già devoluto circa 600'00O euro). E' Presidente dal 1992 del Circolo Velico Portoverde che cura l'organizzazione di molte regate veliche e la scuola vela di Portoverde.
Ha scritto e pubblicato un testo riguardante la storia dell'Adria's Cup ed il suo "personale "modo di intendere lo sport, il turismo ed il sociale (presentato al Rotary).Nel 1995 viene nominato presidente del Comitato Organizzatore dell'Adria's Offshore Cup (campionato Italiano ed Europeo di Offshore) svoltosi dal 6 al 10 settembre 1995, con la collaborazione della Federazione Motonautica,dopo la manifestazione viene premiato dall UMIM come organizzatore migliore del 1995.,Diventa nel 1993 presidente dello Yachting Club Portoverde, con sede a Misano Adriatico, nei due anni successivi è il suo club a vincere il campionato del mondo di Offshore F1 nel 1994 e nel 1995 si piazza al secondo posto con Norberto Ferretti e Luca Ferrari, nel 1995 è terzo ai mondiali di pesca d'altura e nel 1996 vince il campionato del mondo con Claudio Camera Roda; è fra i primi club in Italia nella vela accaparrandosi i migliori velisti italiani come Paolo Cori (progettista e skipper famoso con le barche Pegaso, Città di Bisceglie, RosaRosa, Rimini Rimini, suoi progetti), Fabio Vignudini (vice campione italiano Classe 2.4 portatori di Handicap), Paolo Silvestri ex campione italiano. Nel 1996 e 1999 viene riconfermato all'unanimità presidente dello Yachting Club Portoverde.
Nel 1995 gli viene consegnato l'Attestato di riconoscenza dalla Sezione Femminile della C.R.I. Croce Rossa Italiana. Nel 1995 diventa responsabile nazionale A.S.I. della nautica e fino al 99 consigliere nazionale, nel 1997 presidente provinciale di Bologna, nel settembre 1998 apre la prima sede a Bologna con la presenza di Gianfranco Fini e Filippo Berselli e nell'aprile 1999 si dimette dalla presidenza provinciale causa i suoi impegni dopo aver trovato e proposto il suo sostituto, rimanendo responsabile nazionale della nautica.
Nel 1995 viene nominato Accademico Onorario dell'Accademia-Euro-Afro-Asiatica Del Turismo (Istituto di cultura universitaria e di studi superiori che ha per scopo l'esaltazione e l'incremento del turismo) Nel 1996 diventa presidente dello, Yacht Club Europa con sede a Bruxelles. E' fondatore e direttore di una rivista periodica (Il Portoverdino) che ha come scopo di avvicinare il pubblico al mondo della nautica e al turismo della riviera Adriatica. E' socio anche al Panathlon di Bologna. Nel 1997 gli viene dato dall'I.O.R. Istituto Oncologico Romagnolo un attestato di Riconoscimento con la medaglia IOR.
Nel 1997 fonda l'Associazione Sportivamente e ne diventa presidente (associazione impegnata a insegnare la cultura e le tradizioni sportive) con l'adesione di vari sportivi come Nino Benvenuti, Duilio Loi, Sandro Riminucci, Marco Consolini, Paolo Cori, ecc. Nel 1998 a gennaio il telefono Azzurro gli conferisce l'Attestato di Amico Sostenitore. Nel 1998 fonda lo Yacht Club Portisco in Sardegna assieme al comandante Basile (ex Comandante della Stella Polare famosa imbarcazione della Marina Militare) e ne diventa vice presidente. In agosto 1998 crea la prima regata in Sardegna a scopo benefico (Portisco Cup) e diventa presidente del comitato organizzatore dando, nel 1998 e 1999,il ricavato in  beneficenza all'A.N.T.Nel 1998 a settembre l'A.N.T. Associazione Nazionale Tumori gli conferisce il riconoscimento di Grande Sostenitore.Nell'ottobre del 1998 collabora con il presidente dello Yacht Club Cagliari ideando la prima regata Città di Cagliari e le sue coste (diventerà regata Tiscaly).Nell'anno 1999 ha ideato e realizzato due importanti eventi: uno a Bologna (Bologna Giardini Margherita Cup ), uno a Ravenna: la Marinara Cup.  
Il 28 ottobre del 1999 fonda con un gruppo di amici il Club Nautico Misano Adriatico per poter dare ad una città come Misano il suo club nautico. Nel 2001 entra a far parte del consiglio del Panathlon club Bologna.Nello stesso anno realizza e inventa dopo due anni di prove a Misano presso il bagno 61 da Gianni la barca per disabili con ruote.
Nel 2001 crea assieme a un gruppo di disabili bolognesi la manifestazione  Bologna Senza Barriere (esposizione e promozione di sport e apparecchiature per disabili); la 1° edizione verrà fatta in Marzo del 2002 con un gran successo di pubblico e adesioni con circa 50.000 presenze.
Nel 2002 a Misano inizia la prima scuola per disabili con un gran successo di adesioni e risultati. Nel 2002 si dimette dal consiglio del Panathlon Bologna e aderisce, per motivi di amicizia con il Presidente il Notaio Piero Alvisi, al Panathlon Bononia appena fondato con sede a Bologna al circolo Bononia. Nel 2002 diventa Luogotenente dei Fratelli della Costa Tavola di Riccione su richiesta del Conte Enrico Pullè che purtroppo dopo pochi mesi muore, questa tavola e stata la prima fondata in Europa ed è madre di tutte le tavole Europee e seconda nel mondo dopo quella Cilena nel 1953. Nel 2002 aderisce al Lions Bologna San Luca.Nel 2003 entra nel consiglio del Panathlon Bononia. Nell'aprile viene nominato dal suo Club Lions "server" per organizzare il convegno assieme agli altri lions del governatore. Da giugno a settembre crea, da una sua idea, un equipaggio di disabili ed extracomunitari coinvolgendo il consiglio provinciale extracomunitari di Rimini; insegna ad andare in barca gratuitamente e forgia un equipaggio, capitanato dal presidente degli extracomunitari Alban Kraja ,sulla barca Città di Misano; durante l'estate ottengono ottimi risultati, il migliore è il terzo posto alla regata 24 ore di San Marino.Nel Settembre 2003 vince il premio Lions di Morciano di Romagna indetto sul giornale "La piazza" dove i cittadini dovevano, tramite bollettini spediti al giornale, votare il presidente e l'associazione che si era distinta nel circondario della provincia di Rimini; il Club Nautico di Misano, dove è presidente, vince a pari merito con l'istituto Oncologico Romagnolo ed il Professor Montanari di Morciano della clinica Montanari e vengono premiati nel teatro di Montefiore alla presenza delle massime autorità locali ed il sottosegretario alla difesa Filippo Berselli con il direttore del Carlino Giancarlo Mazzucca. In settembre viene rieletto all'unanimità da 220 soci del club nautico di Misano per altri 4 anni. Il suo impegno politico risale al 1969; a 14 anni militava nel MSI e Fronte della gioventù di Bologna, iscritto a questo partito fino alla svolta di Fiuggi poi regolarmente iscritto ad Alleanza Nazionale fino al 2002, ricoprendo da giovane fino al 1978 incarichi nella federazione Bolognese, candidato per AN in comune e regione. Nel 2003, non condividendo il modo di far politica a Rimini della componente che dirigeva la federazione Riminese, decise di non rinnovare più la tessera di AN allontanandosi dal partito silenziosamente e dedicandosi all'impegno sociale.
Nei primi di novembre gli viene chiesto da un gruppo numeroso di cittadini di fare il candidato a sindaco di Misano per una lista civica "La tua Misano"; dopo 15 giorni di consultazioni decide di accettare ponendo la condizione che, per motivi di correttezza nei confronti dei soci del club nautico, si sarebbe dimesso dalla presidenza del club stesso, visto che alcuni potevano avere idee divergenti dalle sue, e si candida convinto di poter dare un contributo alla sua città. Nel giugno 2004 viene eletto consigliere comunale a Misano e la sua lista civica raggiunge il 9%, diventa presidente della commissione commercio e turismo. Nel settembre 2004 fonda assieme ad altri "La Tua Italia" che diventerà il coordinamento nazionale delle liste Civiche Italiane e a novembre viene eletto Coordinatore Nazionale; "La Tua Italia"  200 liste civiche in Italia di centro destra.
A giugno del 2005, incoraggiato da vecchi amici, e soprattutto da Romano Mussolini, che spesso vedeva a Riccione all'Hotel Promenade dell'amico Gabriele Fabbri, condividendo anche le idee e le battaglie sociali di Alessandra Mussolini, accetta di diventare il coordinatore provinciale di Rimini e viene presentato alla stampa Riminese direttamente da Alessandra Mussolini.
Nel 2006 è Candidato a sindaco di Ravenna poi al Senato e a settembre 2006 è nominato coordinatore della Romagna nel 2007 coordinatore di Azione Sociale dell'Emilia Romagna, delegato a Roma e alla fondazione del PDL.
Per le sue qualità sportive e le sue vittorie mondiali nel novembre del 2006 viene nominato coordinatore nazionale dell'ente promozionale ENSI (Ente Nazionale Sportivo Italiano), con il quale collabora.
Dal 2006 è direttore della rivista sportiva ENSI SPORT ed è Vice direttore di ENSI NEWS ed IL TIMONE.
Nel 2006 fonda assieme ad amici l'associazione Futura e nel 2007 fonda lo Studio Laganà sezione immobiliare www.studiolagana.biz che apre 22 sedi in Italia, e all’estero a Praga,Tirana,Durazzo,Valona,Budapest,Sofia,Parigi,Londra,Dubai,Mosca,San Pietroburgo. Viene nominato vicepresidente nazionale ENSI.
Nel 2008 in giugno viene contattato da 500 firmatari di vari partiti politici che gli propongono di presentare la propria candidatura a sindaco a Bologna con la lista civica BOLOGNA FUTURA; dopo una riserva di alcuni giorni decide di accettare l'offerta e viene presentato a Bologna come Candidato a Sindaco da molti personaggi locali ed Onorevoli compreso l'on. Nino Cristofori, on. Stelio De Carolis, on. Franco Piro, il presidente della regione Sicilia Raffaele Lombardo.
A Luglio presidente del comitato  organizzatore del 1 Festival di Futura con grande affluenza e successo e nelle giornate del 14/15 settembre con anche l'elezione di Miss. Bologna Futura.Nel giugno 2009 viene nominato Presidente Nazionale dell'Associazione FUTURA, coordinamento Nazionale di 265 liste in Italia, con lo stesso marchio FUTURA, ritenendo che nelle città uomini di tutti gli schieramenti possano su un programma comune governare al meglio la propria città. Nel 2009 è candidato al Senato per il PdL. Nel gennaio 2010 fonda il giornale FUTURA e ne è direttore Futura è presente tra liste e candidati in 60 comuni ottenendo ottimi risultati. Il 28 ottobre 2010 decide per una scommessa con amici di fare in canoa il Po partendo da Torino e arrivando al mare (non era mai stato in canoa, i primi 10 km per imparare seguito da un istruttore) viene fatto tutto il percorso  e in beneficenza a favore di Fiaba. Nel 2011 a Bologna gli viene chiesto di candidarsi nel quartiere Santo Stefano con circa 50.000 abitanti e viene eletto consigliere come indipendente pdl -lega nord. Viene nominato capogruppo e presidente  commissione servizi sociali, Nel 2011 il 28 ottobre per onorare il Circolo Canottieri "la Pescara" percorre in canoa sempre in beneficenza per Fiaba partendo da dove nasce il fiume La Pescara fino al mare arrivando fino alla sede del  Circolo Canottieri "la Pescara" Nel 2012 a marzo inventa a Bologna la manifestazione chiamata "Le Giornate d'Annunziane" che promuove il d’Annunzio la sua città Pescara e l’Abruzzo a Bologna. Nel 2012 frequentando la città di Pescara si rende conto che Pescara con una fiera potrebbe avere un indotto maggiore fa fare uno  studio  di fattibilità da professionisti del settore  ed un progetto di Fiera tipo modulare Dall'architetto Pizzioli di Rimini,e lo presenta alla città in giugno 2012  Fonda assieme ad altri l'associazione Pescara Fiera e ne viene nominato Presidente (questo servirà per tutelare il bellissimo progetto e per cercare di realizzarlo). www.pescarafiera.org Il 21 ottobre inizia a dipingere su tela con le Bombolette a saprai fa la sua prima mostra dopo 7 giorni il 28 ottobre a bologna e ne fa altre 11 mostre in Italia e all’estero entro 31/12/2012 che sono state un successo  ha venduto 70 quadri a personaggi noti. Candidato alla camera dei deputati nella lista Pdl Emilia Romagna nel 2013, espone i suoi quadri a Bologna nel contesto di Arte Fiera dal 26 Gennaio al 27 gennaio presso Palazzo Re Enzo; dal 26 aprile al 7 maggio parte da Pescara ed arriva a Gardone con un motoscafo ghibli cantiere Zaniboni e con un motore completamente alimentato a GPL, percorrendo 325 miglia e battendo il record mondiale in occasione dei 150 di Gabriele d'Annunzio. Unica impresa dannunziana pagina Facebook "raid nautico dannunziano 2013" in tutte le imprese ha partecipato come Ltg Fratelli della Costa tav,Riccione.
Il Circolo Velico Bolognese ed il quartiere Santo Stefano a Bologna ha organizzato  tra gennaio 2013 e marzo 2015 presentazione libri,mostre convegni medici 52 eventi a scopo sociale e benefico con ottimi risultati. Nel 2014 come presidente del circolo velico Bolognese ed il quartiere Santo Stefano e la sua presidente Ilaria Giorgetti creano un progetto che durerà fino al 31/12/2015 di  aiutare le suore del Congo a costruire un Ospedale di Maternità e verranno create a Bologna 50 iniziative. Nel 2014 a dicembre si candida a commodoro Nazionale dei Fratelli della Costa con un grande progetto di creare il museo dei fratelli della costa italiano, dove ogni tavola ed ogni fratello possa lasciare il suo passaggio. Chiude il suo mandato come capogruppo e consigliere PDL LegaNord a Bologna nel 2016.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu